Schivardi S.r.l. - P. IVA 03485960177 - Brescia - Tel. +39 030 41113
Concessionario Ufficiale Honda
 







News

Brescia - 09/09/2009

NUOVO VFR 2010 CON NUOVA TRASMISSIONE AUTOMATICA A DOPPIA FRIZIONE!

dual clutch.jpg Sulle sportive della Honda arriva il sequenziale a doppia frizione



E' pronto il Dual Clutch Transmission per le sportive giapponesi. Due frizioni rendono le cambiate veloci, quasi inavvertibili, come nelle auto dotate di questo sistema.

Dalle auto alle moto
In principio fu il cambio a doppia frizione DSG (Direct Shift Gearbox), sviluppato dall'Audi negli anni '80 sulla mitica Quattro da rally e messo in produzione dal Gruppo Volkswagen nel 2003, quando debuttò sull'Audi TT V6 3.2 e sulla Golf R32.
Oggi tocca alle moto e più precisamente alla Honda fare il grande salto. Il colosso nipponico ha messo a punto il sistema Dual Clutch Transmission (DCT), vale a dire il primo cambio automatico dotato di doppia frizione realizzato per una moto sportiva di normale produzione.
Lo vedremo infatti sulle prossime moto Honda esposte nei concessionari e non, come talvolta capita per le innovazioni più ardite, nei prototipi destinati ai circuiti.
Rispetto a una trasmissione manuale classica i vantaggi non si contano: si va da un sensibile calo nei consumi di carburante a una accresciuta velocità nei cambi di marcia, che diventano appena avvertibili, rendendo di fatto le performance in accelerazione nettamente superiori rispetto a quelle della stessa moto equipaggiata con un cambio tradizionale.

A Milano, allo stand della Honda, avevamo ammirato tre tipi di cambi automatici sequenziali. Il primo era l'S-Matic dello scooter Forza EX, adatto a motori di potenza relativamente bassa; il secondo era l'HFT della DN-01, capace di sopportare potenze più consistenti, mentre il terzo era il sofisticato sequenziale DCT (Dual Clutch Transmission) a doppia frizione con due alberi di uscita.

Lo vedremo sulla nuova Honda VFR
Si sa anche quando arriverà il DCT: debutterà nel 2010 sulla nuovissima Honda VFR V4
Una sofisticata centralina elettronica gestirà le cambiate in modo completamente automatico o in modalità sequenziale.
Sì perché il Dual Cluth Trasmission della Honda è a tutti gli effetti un cambio manuale robotizzato, il primo a fare la sua apparizione nelle moto di larga produzione. Segno evidente che la Honda ha investito molto nella progettazione e nello sviluppo della nuova VFR, un modello destinato a fare scuola come fece la prima versione nel 1986.

Un cambio dalle tre facce
Il DCT offre tre modalità di funzionamento. Due sono completamente automatiche: la D - che corrisponde grosso modo al "drive" delle automobili automatiche - regala un funzionamento regolare; e la S, più sportiva. Per divertirsi sul serio è sufficiente passare alla modalità Six Speed, dove si ritrova il gusto di un bel cambio manuale.
Negli anni a venire il DCT si estenderà agli altri modelli sportivi della Honda.

Come funziona
La nuova trasmissione impiega due distinte frizioni. La prima gestisce la prima, la terza e la quinta marcia; la seconda lavora sulla seconda, la quarta e la sesta marcia. Le due frizioni attaccano e staccano in alternanza continua: per esempio nel passaggio dalla prima alla seconda, quando si è ancora in prima, la seconda è già inserita, ma disattivata dalla sua frizione. Nel cambio di marcia la frizione della prima marcia si apre, mentre quella della seconda si chiude.
E il gioco è fatto.






News inserita il 12/09/2009


topback


news
Brescia
ARRIVA IL TELEPASS Chissà.
La società autostrade a dieci anni dall’introduzione...
newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggionato sui nuovi modelli e sulle promozioni disponibili.