Schivardi S.r.l. - P. IVA 03485960177 - Brescia - Tel. +39 030 41113
Concessionario Ufficiale Honda
 







News

Brescia - 16/04/2004

Il pubblico della MotoGP? Giovane e intelligente...

MotoJournal_MikeDoohan.jpg Il motociclismo nel 2003 è stato uno degli avvenimenti sportivi più seguiti dal pubblico italiano, risultando il terzo sport in termini di audience TV, dopo calcio e formula1.

L'analisi FEEDBACK - SPORT SYSTEM EUROPE ha evidenziato che il MotoMondiale 2003, in 8 mesi di attività, ha beneficiato di una copertura televisiva di 210 ore e 35 minuti ma il dato davvero straordinario è relativo alla sua composizione: ben il 40,08% del tempo è costituito dall'informazione. Solo calcio e formula 1, in Italia, riescono a raggiungere un livello superiore.

Tra tutti gli sport il Motomondiale 2003 si è imposto quale incontrastato dominatore della classifica relativa alla qualità del pubblico televisivo che, dalle rilevazioni Auditel, si conferma essere costituito in prevalenza da giovani con titolo di studio e classe socio economica medio-alta: una vera rarità per la televisione italiana.
Nello specifico, l'analisi per classi socio-economiche, ha consentito di evidenziare: una percentuale di spettatori tra i 20 e i 24 e tra i 25 e i 34 anni che ha raggiunto rispettivamente il 24,10% e il 23,77%, una percentuale di chi è in possesso del titolo di studio conseguito presso Istituti Medi Superiori pari al 21,67% ed un livello della classe socio economica che si attesta su percentuali record sia per la CSE superiore (21,68%) sia per la CSE media-superiore (21,19%). Il calcio, che solitamente domina per quantità gli ascolti, ha un pubblico qualitativamente meno qualificato che si posiziona alle spalle di numerose altre discipline.

Ben 6 sono stati gli eventi che hanno registrato un'audience media di oltre 5 milioni di telespettatori superando, in un'occasione, il GP di Formula 1 (Malesia) e le partite di Champions League (Ajax - Milan e Real Madrid - Milan) e della nazionale italiana (amichevole Italia - Irlanda).

Il grande seguito televisivo del motomondiale è trainato dalla classe regina: il Moto GP ha infatti superato il 40% di share in occasione di 2 eventi. Di alto valore sono comunque anche gli ascolti delle classi 250 e 125, con massima audience rispettivamente di 4.123.000 e 2.810.000 spettatori in occasione del GP del Portogallo.




Le aspettative quali-quantitative degli ascolti, portano il Motomondiale, ma soprattutto il MotoGP, ad essere un mezzo di comunicazione altamente appetibile dagli sponsor.

Gli investitori sono costituiti da aziende di tutti i settori: dalla telefonia ai carburanti, dall'abbigliamento ai giochi, anche se molti brand appartengono ad aziende di settore (carburante, olio, abbigliamento tecnico, caschi) mentre l'industria leader con i propri marchi resta quella del tabacco. Nel MotoGP sul totale di 11 Team ben 5 sono sponsorizzati da aziende di questo settore (il Team Yamaha espone addirittura marchi differenti di sigarette sulle due moto della stessa squadra), mentre gli altri settori merceologici sono rappresentati da un solo marchio per settore. Più equilibrata è la situazione nella classe 250 dove l'industria del tabacco è presente in forma minima per scomparire del tutto nella categoria 125.

Entrando nel panorama delle aziende di settore: 7 sono le case costruttrici impegnate nel MotoGP con una predominanza di Honda (6 moto) su Yamaha e Ducati (4) per finire con 2 mezzi ciascuno per gli altri costruttori: Aprilia, Suzuki, Kawasaki e Proton. 3 sono i costruttori di pneumatici che si suddividono i Team con una predominanza di Michelin su Bridgestone e Dunlop nelle MotoGp, ed un dominio di Dunlop nelle categorie inferiori.

News inserita il 16/04/2004


topback


news
Brescia
E' appena arrivato presso la ns sede il nuovo 125 stradale con motore quattro te...
newsletter
Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggionato sui nuovi modelli e sulle promozioni disponibili.